Nome utente:    Password:        Iscriviti     Password dimenticata

Diventare Cagna


 
cop-perra.jpgDIVENTARE CAGNA

di Itziar Ziga

Secondo l'autrice, Devenir Perra è innanzi tutto un "trattato di amore. E anche di vendetta". Il libro presenta le sue opinioni su varie tematiche: la costruzione del genere e il superamento dei binarismi imposti dal sistema "eteropatriarcale", la violenza di genere, la prostituzione e la posizione del femminismo "decente" e antiproibizionista rispetto al tema, ma soprattutto si interroga, smonta e mette a nuova critica il concetto di femminilita', attraverso varie interviste a quelle che lei stessa chiama "perras", ovvero cagne. E lo fa con quelle che le filosofe Beatriz Preciado e Virginie Despentes, autrici del prologo, definiscono "parole mitraglietta". Provocatrice, diretta, sboccata e allo stesso tempo contaminata dai suoi studi in giornalismo e dalle letture di filosofe e scrittrici femministe. Un cocktail linguistico esplosivo, con piccole incursioni nell'euskera è la lingua basca e nel catalano, ma soprattutto emblematico del milieu anarco-punk-queer-femminista barcellonese, il contesto in cui Itziar Ziga ha scoperto e sviluppato una certa critica alle tematiche di genere e dove ha incontrato le sue "perras", protagoniste di una narrazione a più voci perfettamente amalgamate dall'autrice. In un'epoca in cui le nuove generazioni di femministe, attraversate dalle riflessioni sul genere e dal queer e indirizzate verso alleanze con nuove soggettività, iniziano a mettere a critica alcuni luoghi comuni del "femministamente" corretto, il testo della Ziga costituisce un invito a trasgredire i confini delineati da un certo tipo di "femminismo storico". Le sue posizioni possono essere recepite come una vera e propria boccata di aria fresca all'interno di alcuni dibattiti femministi che sembrano essersi sedimentati intorno ad una serie di "consensi intoccabili". 

Devenir Perra, pubblicato per la prima volta in Spagna nel 2009 dalla casa editrice Melusina,e in questi anni ha venduto circa quattromila copie ed è alla terza ristampa
Valentine Braconcini



Pagine 128

Prezzo : 15,00
Spese di spedizione 4,63 RACCOMANDATA CON TRAKING  per l'italia


Prezzo : 15,00
Spese di spedizione 1,28 SPEDIZIONE SENZA TRAKING per l'italia



EBOOK 8 euro

PER PAGAMENTI DEL CARTACEO FUORI DALL'ITALIA PRENDERE CONTATTI DIRETTAMENTE CON LA CASA EDITRICE info©golenaedizioni.com

anteprima.jpg

LE DATE DELLE PRESENTAZIONI:

9 novembre si parla di Diventare cagna a radio black out di torino

18 novembre ROMA MBD Studio -ORE 20,30-
Via Valfurva 8- (buffet inside) (att.ne si entra scalz*)

19 novembre ROMA c.s.o.a. Forte Prenestino -ORE 20,30-
Via Federico Delpino (Centocelle)

20 novembre NAPOLI Libreria Perditempo -ORE 18,00-
Via San Pietro a Maiella 8 

22 novembre BOLOGNA GATEWAY 
Via san Petronio vecchio, 33/b -ORE 18,00-

24 novembre TORINO� Maurice GLBTQ -ORE�21,00-
Via Stampatori, 10

25 novembre TORINO Radio BlackOut -ORE 21,30-
Via Cecchi 21-A

26 novembre GENOVA Utopia Via ronchi 59� -ORE 21,00-

27 novembre RHO (Mi) Sos Fornace -ORE 19,30-
(buffet inside)
Via Moscova 5

28 novembre MILANO CDM lunch -ORE 12,30-
Corso Garibaldi 91

28 novembre MILANO PianoTerra -ORE 18,00-
Via Federico Confalonieri 3




Non siamo mai passate per brave ragazze, questa è una battaglia persa in partenza, che non ci è mai interessato combattere.
Non incarniamo una femminiltà dolce e autocompiacente, ne nulla di simile. Non rivendichiamo la femminilità delle brave ragazze, siamo cagne cattive.
La nostra è una femminilità estrema, radicale, sovversiva, spettacolare, prorompente, esplosiva, plateale, sporca, mai impeccabile. Femminista, politica, precaria, combattiva, scomoda, arrabbiata, spettinata, dal mascara colato, bastarda, squatter, sfatta, persa, prestata, rubata, smarrita, eccessiva, esaltata.
Al limite, canaglia, ubriaca, viziosa, borgatara, ingannatrice.
Non c'e' maggiore ribellione che la risata e il piacere. Ci rifiutiamo di essere guerriere perennemente accigliate con le gambe strette. Ci rifiutiamo di sentirci in colpa per essere sopravvisute.
Ci rifiutiamo di reprimere i nostri desideri e
di congelarci come bestie perennemente in allerta.
Siamo un branco furioso, diventiamo cagne.


RECENSIONI:
09 novembre 2015 di
13 novembre 2015 Il Manifesto
13 novembre 2015 Commonware
14 novembre 2015 69Pass
14 novembre 2015 Comunicati.net
14 novembre 2015 A-zeta.it
20 dicembre 2015 Nocturno
15 gennaio 2016 Zebuk